16/09/07

Il mio nome è... il mio nome è... chi sono? dove sono?


Sean Connery piace un sacco alle donne. Più invecchia più piace. Oggi, a 77 anni, attizza molto di più rispetto a quando era un imberbe virgulto di 65 anni. L'ormai proverbiale fascino dell'uomo maturo nel suo caso raggiunge un nuovo livello, il fascino dell'uomo marcio. Le sue fans più maliziose sono solite perdersi in fantasie stuzzicanti. In casi estremi l'adorazione raggiunge livelli ossessivi e può essere considerata una vera e propria patologia che va affrontata e curata con l'adeguato supporto psichiatrico. Ecco la trascrizione di una registrazione che riguarda un caso piuttosto grave. Mi è stata donata, come favore personale, da un amico che si finge psicologo per ricattare ed estorcere somme di denaro agli ingenui clienti. Un doveroso ringraziamento, dunque, al dr. Salvatore "Scippo" Pesciotta.

[...] Mi trovo in cima alle scale. Indosso soltanto della lingerie di pizzo nera e delle scarpe col tacco. Guardo giù. Sean sta salendo le scale, lentamente. In realtà è il montascale motorizzato che va piano. Sean è seduto ricurvo sulla sedia a rotelle. Indossa degli spessi occhiali scuri e una vestaglia scozzese. Trema... forse è il parkinson o forse è anche lui emozionato e fremente come me. Finalmente, dopo un'eternità, raggiunge la cima delle scale e il ronzio del motore si interrompe. Mi avvicino per aiutarlo a spingere la sedia ma lui mi blocca con un gesto. "Faccio da me!" dice. E' strano, ha la stessa voce tremante e l'accento barese del mio nonno paterno... Comunque... Si alza a fatica. Mi indica un deambulatore e io glielo metto davanti. Lui lo afferra e s'incammina verso la camera da letto. Lo precedo e mi stendo sul letto. Nella camera c'è tutto l'occorrente: profilattici, viagra, pappagallo, bombola di ossigeno, defibrillatore... Sean supera la soglia. Sono eccitatissima, non sto più nella pelle. Mette da parte il deambulatore e raddrizza la schiena. Con un gesto deciso si sfila la dentiera e la getta via. Il cuore sembra volermi uscire dal petto. Si toglie gli occhiali. Mi accorgo che sta guardando verso il comodino, allora gli dico "Sono qui Sean". Volta la testa verso di me e sorride, mostrando il buco nero della sua bocca sdentata. Poi si avvicina, camminando da solo sulle sue gambe... si ferma ai piedi del letto... e... e slaccia la cintura della... della vestaglia... oh... poi, poi ne afferra i lembi... e la spalanca... La vestaglia scivola in terra... Io sono tutta un fuoco, mi sembra di morire... non riesco a staccargli gli occhi di dosso, osservo a bocca aperta il suo corpo pallido e rachitico e poi mi fisso lì, sul pannolone e... e mi sembra proprio che lì sotto si muova qualcosa! Forse il viagra non servirà!!!
Oh... oh mio dio... dottore, la prego... posso avere un bicchiere d'acqua?

15 commenti:

LucyVanPelt ha detto...

ahahah!
Si, esattamente il sogno proibito di ogni donna..e presto si passerà alla necrofilia, temo..

cetri ha detto...

Non m'è chiaro: si stava cagando sotto?

madmac ha detto...

l'arte non si spiega

cetri ha detto...

quella non è arte, è schizofrenia.

Skiribilla ha detto...

Eh, con quella tenutina che ha nella foto, Sean attizza un casino, come no... Un gioiellino!

Non mi ci riconosco in questa patologia.
A dover proprio scegliere, io ho quella contraria.

(se ho bisogno di ricattare qualcuno, me lo presenti il Dr. S."S."P.?)

scott_ronson ha detto...

sento che quel resoconto mi ha mosso qualcosa dentro...
qualcosa tipo questo.

^_^

a.

ps: spero che nessuno abbia cliccato il link immediatamente prima o dopo mangiato...

Mimmo ha detto...

...a me sembra un incubo.
Ma la foto....è lui??????????????????????????????


ciao! ;)

madmac ha detto...

assolutamente, nella foto è proprio lui nei pann(olon)i di Zardoz, film fantasy del '74 che difficilmente vedrò mai da sobrio.

LucyVanPelt ha detto...

a proposito di film, rosencrantz e guildenstern sono morti l'hai poi visto? ti ha fatto schifo?

madmac ha detto...

ce l'ho ma ancora non l'ho visto, come altri millemila film che mi attendono... come tu e SdL ben sapete, il tempo per cazzeggiare non basta mai. vi dirò la mia non appena lo vedrò

LucyVanPelt ha detto...

eh, dici bene, dici bene..e sono già le 19.20; un'altra dura giornata ormai sta per finire..

gb ha detto...

di rosencrantz e guildenstern sono morti io ho letto l'opera da cui è tratto il film, che mi sarei andato a cercare di corsa se non avessi scoperto che tom stoppard è lo stesso di shakespeare in lovee the bourne ultimatum

ossimorosa ha detto...

dio santo

madmac ha detto...

perdonami ossimorosa, non volevo riportare a galla il tuo rimosso :D

ossimorosa ha detto...

no beh, ce la farò a superare questo brutto momento
però...
dio santo!