24/09/08

Il lavoro mi piace, mi affascina. Potrei starmene seduto per ore a guardarlo. (Jerome K. Jerome)


Questo è un periodo dell'anno sempre impegnativo per me. Dopo l'estate, infatti, comincio a essere pressato da vari agenti esterni affinché cominci finalmente a lavorare e sembra quasi impossibile che, anno dopo anno, io riesca ad evitarlo, giungendo indenne all'estate successiva.
Non è facile. Ci sono un bel po' di mesi freddi e piovosi a separarmi dalla bella stagione e pochi luoghi in cui possa fuggire. Annaspo tra i soliti tristi annunci e offerte per niente allettanti e spesso mi trovo costretto a rifugiarmi in qualche stupido corso di formazione.
Ma quest'anno qualcosa è cambiato. C'è qualcosa di diverso in me.
Io... non è facile per me dirlo... ma credo che... nel profondo... in un angolo buio nella parte più intima e celata di me stesso... accanto al colon sigmoideo... detto anche sigma... chiamato anche, in maniera anatomicamente scorretta, colon pelvico... sede frequente di diverticoli intestinali... in quella zona insomma mi sembra di avvertiere come un vago e incerto desiderio di... di lavorare.
Ora, non voglio che nessuno si preoccupi, probabilmente è soltanto un malessere passeggero dovuto a un'alimentazione sregolata o al fatto di dover ascoltare ogni giorno le parole che vengono fuori dalla lasciva e lurida bocca di Italo Bocchino, fatto sta che al momento la situazione è questa.
La prognosi è riservata ma possiamo comunque dire che il paziente reagisce bene, concentrandosi su imprese improbabili, bisiness difficilmente realizzabili, speculazioni inaccessibili e giocate da un euro al superenalotto.
Insomma, ci sono tutti i presupposti perché riesca a cavarmela anche stavolta ma... mai dire mai.

10 commenti:

Fabrizio Lo Bianco ha detto...

Italo Bocchino fa lo stesso effetto a tanti.

Heike ha detto...

Quest'uomo ha un urgente bisogno di una rettoscopia! (Italo Bocchino, intendo).
Maaaa...teee....che per casoooo....che, ci vai a Lucca?....no, perchèèèèèè....io ci vo....eh?

gb ha detto...

è singolare che tu abbia deciso di lavorare proprio mentre siamo di fronte a una crisi economica che ci ucciderà tutti

Coq Baroque ha detto...

Giocane due di euro al superenalotto.

arabis ha detto...

Ti ho scoperto da dieci minuti, già ti amo.
C'è da dire che cedo facilmente alle passioni momentanee.

arabis ha detto...

Eh no però già mi fai soffrire, post così distanziati nel tempo?

Anonimo ha detto...

Trovati un lavoro, anche qualcosa di scemo tipo barista, ti metterà in movimento e vedrai che dopo qualche mese avrai tu stesso voglia di trovare qualcosa di più serio. Per me almeno è andata così.
-Brendon

ablar ha detto...

tutto sta poi a capire cosa ci sia di serio nel lavoro ...

madmac ha detto...

@heike, ma chi, io a Lucca? ma va va

@tutti gli altri - ma andate a lavorare, barboni!

cyberarrotino ha detto...

Il 21 ottobre cominciano a far scontrare seriamente protoni, ciò potrebbe uccidere la crisi economica, e non solo.